TAC o panoramica? Da Dental One le trovi entrambe. Che differenza c’è?

Il “macchinario” per ortopantomografie, CBCT cone beam e radiologia alla ATM

di Vittorio Magnano

Non tutti conoscono la differenza fra TAC, panoramica e CBCT cone beam. Possiamo dire subito che TAC e CBCT cone beam sono la stessa cosa o meglio che la prima è stata sostituita dalla seconda negli anni. Ma per comodità e per esigenze di comunicazione semplificata con il paziente, spesso si sente ancora dire la parola TAC. Nei nostri studi si fanno diagnostiche per immagini sia bidimensionali (la famosa “panoramica” o ortopantomografia) sia 3d (chiamiamola con il suo nome CBCT cone beam). Vediamole entrambe.

ORTOPANTOMOGRAFIA

La ortopantomografia o panoramica si dice in gergo che “serve a contare i denti”. In un certo senso è un esame più superficiale che viene usato per avere, appunto, una “panoramica” della bocca. E’ indispensabile in prima visita perchè ci aiuta a:

  • Identificare mancanze di denti totali o parziali
  • Identificare resti di radici di denti sotto gengiva non visibili a occhio nudo
  • Identificare carie di grossa dimensione
  • Identificare in maniera superficiale deficit ossei o riassorbimenti ossei
  • Identificare malattie parodontali diffuse o localizzate
  • Valutare qualità e quantità di osso
  • Identificare granulomi localizzati o diffusi, ovvero infezioni o infiammazioni in atto negli apici dei denti
  • Valutare la presenza e lo stato dei denti del giudizio
  • Identificare la posizione e lo stato di salute dei seni mascellari rispetto all’arcata superiore
  • Identificare la decorrenza di alcune strutture nervose nobili

Potremmo continuare ancora per un po’. Tuttavia la “panoramica” serve a tutto e a nulla allo stesso tempo. Una volta valutati gli aspetti soprastanti, essi vanno sempre confermati con una radiografia pericapicale che interessa la zona incriminata o, meglio ancora, con una indagine 3d (CBCT cone beam)

La ortopantomografia panoramica di un paziente in prima visita con grave malattia parodontale nell’arcata superiore

RADIOLOGIA 3D – CBCT CONE BEAM

La CBCT cone beam è l’esame radiologico per eccellenza in odontoiatria. L’odontoiatria moderna ha bisogno di questo esame per eseguire:

  • Pianificazione di interventi di implantologia
  • Valutazione di anatomie delle radici dei denti
  • Valutazione dei difetti parodontali
  • Identificazione dei tragitti nervosi come nervo mentoniero, nervo incisivo, nervo mentale

Ma perchè è tanto importante e perchè non possiamo fidarci solo della radiografia “panoramica”? La CBCT cone beam ci permette di vedere le sezioni trasversali, ovvero quello che c’è dietro e di lato a un dente o all’osso.

Fase di pianificazione per un impianto post-estrattivo in un settore posteriore

Perciò con una semplice radiografia periapicale è impossibile vedere su un impianto è posizionato nella compagine ossea o se l’osso nativo del paziente è sufficiente per accogliere un impianto nelle 3 dimensioni.

Ma i vantaggi di una cone beam non si fermano soltanto a una indagine analogica. Con la chirurgia computer guidata, oggi scontata in uno studio all’avanguardia, i file DICOM (questi sono i nomi dei file di queste radiografie) possono girare comodamente fra gli studi o fra gli studi e l’odontotecnico o gli ingegneri informatici che lavorano alla elaborazione delle dime e della membrane customizzate per i pazienti. DI seguito, un progetto per una riabilitazione implantare full-digital. Il futuro è qui!

Contattaci

Privacy Policy

Mappa del sito

design by AB Consulting

Dental One srl
via Donghi, 20r - 16132 Genova
PEC: dentalonesrl@pec.it

P.IVA: 02608490997

Direttore sanitario: Vittorio Magnano

Lavora con noi

Dental One srl
via Donghi, 20r - 16132 Genova
PEC: dentalonesrl@pec.it

P.IVA: 02608490997

Direttore sanitario: Vittorio Magnano

Lavora con noi

 

Open chat
1
Ciao,
come possiamo aiutarti?